UNDER 14 – TRA ROMA E L’ARENACCIA, IL RACCONTO DEI PROTAGONISTI


Un sabato intenso e impegnativo per le due squadre U14 PRJ, con la X impegnata a Roma in un triangolare con gli amici dell’Unione Rugby Capitolina, ospiti squisitissimi e il Colleferro Rugby. Mentre la squadra Y ha accolto all’Albricci le squadre di Torre del Greco e Vesuvio, pur non avendo i numeri per affrontare la partita ufficiale.
Di seguito i racconti di alcuni nostri ragazzi.

Squadra convocata a Roma triangolare Capitolina e Colleferro:
1 Carotenuto
2 Morgione
3 Brandi
4 Valentino
5 Fontana
8 Fusco
9 Mazzucchi
10 Scripcovsky
11 Ragosta
12 Annunziata
13 Ambron
14 Borromeo
15 Miele
Sostituzioni
6 D’Amore
7 Strino

URC 2 – PARTENOPE 0 – 68 ( 0 – 10 )
mete: 2 Borromeo, 1 Brandi, Ambron, Annunziata, Fusco, Scripcovshi, Strino, Valentino, Ragosta.
Trasformazioni: 7 Scripcovshi, 1 Borromeo, Ambron.

COLLEFERRO – PARTENOPE 17 – 17 (3 – 3)
2 mete Borromeo, 1 Ambron
Trasformazione Scripcovshi

Il 20/01/2018 io e la mia squadra siamo andati al campo della Capitolina per disputare un triangolare con la Capitolina 2 e il Colleferro. Abbiamo giocato la seconda e terza partita. La prima partita fu quella contro la Capitolina 2, in cui abbiamo dominato e in cui ho fatto pure una meta e in questa partita ho trasformato tutte le mete tranne una. La seconda fu quella contro il Colleferro, che fu quella più difficile, in primis i primi cinque minuti della partita non abbiamo giocato, poi abbiamo subito una meta e in quell’istante ci siamo svegliati e abbiamo iniziato a giocare. Poco dopo si sono susseguite delle risse con il Colleferro, ma dopo le acque si sono calmate e abbiamo continuato a giocare. Fatta l’ultima meta tutti hanno riposto le speranze in me nell’ultima trasformazione, in particolare Fusco, alla fine ho trasformato l’ultimo calcio e siamo andati al pareggio, così nessuna delle due squadre ha perso ma neanche vinto, ma per noi è stata una vittoria, e mi sono divertito molto. 😄👍🏉
Eduardo Scripcovshi – mediano di apertura

Sabato 20 gennaio siamo andati a Roma per competere in un triangolare con Capitolina 2 e Colleferro.
Siamo partiti da Napoli con molta grinta ed entusiasmo, e quando siamo arrivati lì subito una rabbia e una voglia di lottare ci è salita in testa. Contro la Capitolina 2 la partita è andata bene anche se la Capitolina non ha dato il suo meglio. Invece quella contro il Colleferro è stata molto giocata, abbiamo combattuto tanto e abbiamo meritato il pareggio. Ci sono stati molti scontri tra le due squadre ma alla fine di ogni partita c’è sempre la pace.
Questo viaggio a Roma mi ha fatto capire molte cose e vorrei rifarlo altre cento volte.

Emmanuele Ragosta – ala

Triangolare stadio Albricci con Torre del Greco e Vesuvio, formazione presente:
1 Gombos
2 Vito
3 Gallinaro
4 Riviera
5 Campo
8 Cozzolino
9 Grandoni
10 Puorto
11 Annicelli
12 Marasco
13 Dottorino
14 Perroni
15 Esposito Gennaro
Sostituzioni
Linetti
Tucci
Visco

Nella partita di sabato abbiamo commesso molti errori e non abbiamo fatto quello che aveva detto Nico in allenamento. Ognuno di noi ha placcato poco e quando avevamo la palla per attaccare abbiamo giocato da soli. Devo aggiungere anche che gli avversari avevano due giocatori più forti rispetto agli altri che hanno fatto la differenza. La cosa che non mi è piaciuta più di tutto è stata che dopo la partita alcuni compagni di squadra hanno litigato. Questa partita ci sarà utile per capire gli errori che abbiamo fatto e mettere tutte le energie in campo e non usarle a fine partita.
Simone Grandoni – mediano di mischia

La giornata di ieri pomeriggio l’ho trascorsa al campo. Arrivato lì sono andato subito dai miei amici per prepararmi, dopo siamo andati in campo tutti insieme e abbiamo fatto riscaldamento. Subito dopo siamo ritornati sù per fare il riconoscimento e dopo consecutivamente abbiamo giocato. La prima partita è stata contro il Torre del Greco-Vesuvio mischiati e abbiamo giocato con le regole dell’under 14, dopo la partita mi sono innervosito molto non solo perché non giocavo nel mio ruolo, ma per il fatto che non abbiamo giocato bene e quindi me la sono presa con me stesso e anche con gli altri perché abbiamo giocato troppo male. La seconda partita abbiamo giocato con le regole normali di rugby, ma è successo sempre la stessa cosa solo che siamo migliorati nel gioco ma comunque sono rimasto male per il fatto che non abbiamo giocato bene. Il fatto è che nell’allenamento non eravamo per nulla concentrati. Finita la partita siamo andati nello spogliatoio dove sono volate parolacce e insulti tra di noi per questioni stupide. Per fortuna c’è stato il terzo tempo perché è stato un momento in cui ci siamo riuniti e sembravamo finalmente una vera squadra!
Domenico Puorto – mediano di apertura