U14 – I RACCONTI DELLE DUE SQUADRE PRJ TRA ROMA E BAGNOLI.


Sabato scorso il gruppo U14 ha salutato due importanti novità: il debutto della seconds squadra, formatasi da pochi giorni grazie anche all’arrivo di alcuni ragazzi del Portici Rugby, e la prima trasferta romana dell’altra squadra. Di seguito tabellini, convocati e racconti.

Squadra “X” impegnata nel triangolare di Roma del 2/12:
1 Brandi
2 Morgione
3 Vito
4 Tucci
5 Valentino
8 Fusco
9 D Amore
10 Scripcovsky
11 Annunziata
12 Ambron
13 Strino
14 Pagliarulo
15 Miele
Riserve:
Visco
Marasco
Carotenuto
Puorto

Risultati:
Nuova Rugby Roma vs AP Partenope 24 – 32 (4-6)
2 mete Valentino e Ambron,
1 meta Annunziata e Miele,
2 trasformazioni Scripcovshi

URC 2 vs AP Partenope 15-5 (2-1)
meta di Fusco

Squadra “Y” impegnata al campo della Nato di Bagnoli:
1 De Domenico
2 Cozzolino
3 Gallinaro
4 Riviera
5 Gombos
8 Esposito R.
9 grandoni Simone
10 Annicelli
11 dottorino
12 perroni
13 campo
14ragosta
15 Esposito gennaro
Riserve:
Fontana
Mazzucchi.

Amatori Napoli 2 vs AP Partenope 12-39 (2-7)
3 mete Ragosta,
2 mete Riviera,
1 meta Dottorino e Mazzucchi,
2 trasformazioni Annicelli

I racconti:
Ciao Fabrizio
Ieri abbiamo fatto la partita contro l’Amatori e mi hanno dato il compito di trasformare dopo la meta.
I primi due calci sono andati molto bene ma gli altri a seguire non molto bene.
Antonio mi ha detto che martedì mi dovrò allenare a calciare perché sono bravo e le prossime partite se non ci sono i calciatori calcerò io.

Giuseppe Annicelli, mediano di apertura

Ieri 2 Dicembre 2017 io e la squadra PARTENOPE under 14 siamo andati a Bagnoli a giocare contro l’Amatori Napoli . Quando sono arrivato io e la squadra siamo andati negli spogliatoi a prepararci , ci siamo allenati a fare soprattutto la mischia e la tush*. Quando ci hanno chiamati per la partita eravamo tutti emozionati soprattutto io perchè era la prima volta che giocavo tutto il tempo. Grazie a me, un mio compagno ha fatto la prima meta , poi dopo un po mi passano il pallone e non sapevo se entrare dentro la difesa o andare a fare meta, quando poi uno dell’Amatori mi stava facendo cadere e riesco a rimanere in piedi e mi tuffo nell’aria di meta e così fu meta , tutti i miei compagni mi abbracciarono ed ero felice perché era la mia prima meta di quest’anno. Mi dissi che non era abbastanza quindi cercai di farne ancora un’altra, infatti dopo un po un ragazzo dell Amatori mi prese alla gamba e qui mi ricordai il mio allenatore che mi dice sempre di pestare quindi pestai e feci un’altra meta . Dopo questa bellissima partita siamo andati negli spogliatoi e poi a fare il terzo tempo . E stata una bella giornata mi sono divertito e spero nelle prossime partite di fare tante altre mete.
Luigi Riviera, seconda linea.
*volutamente non corretto…

È il 2 dicembre, partiamo per Roma e nel bus Nico ci spiega le tattiche da usare in campo . Quando arriviamo in campo iniziamo il riscaldamento molto importante per la partita , giochiamo la prima partita contro “Nuova Rugby Roma ” e imponiamo il nostro gioco . Per problemi di distrazione fanno qualche meta . Invece nella seconda partita perdiamo contro la “Capitolina 2 “, ma comunque abbiamo messo in pratica tutti gli insegnamenti di Nico e il lavoro degli allenamenti. Grazie.
Francesco D’Amore mediano di mischia

La giornata è iniziata con l’incontro al campo alle 13.00. Appena partiti nel pullman ci siamo messi a parlare e abbiamo discusso delle tattiche. Siamo arrivati alle 17:30 al campo di Roma e abbiamo giocato contro la Capitolina e la Nuova Rugby Roma. Questa esperienza ci è servita perché abbiamo imparato che dobbiamo ancora crescere e che noi possiamo farcela . Dopo la partita c’e’ stato il terzo tempo in cui ci siamo divertiti tanto e abbiamo fatto i complimenti alle cuoche perché il cibo era buonissimo . Dopodiché siamo partiti per ritornare a Napoli e abbiamo capito durante il tragitto che eravamo soddisfatti dei risultati ottenuti .In poche parole una giornata bellissima e una giornata che è servita a tutti noi per crescere!
Domenico Puorto mediano di mischia.

Trasferta romana per la Partenope che dopo la positiva esperienza al superchallenge di Milano è chiamata a confermare i continui progressi mostrati dall’inizio della stagione fino ad oggi.
La prima partita è contro la Nuova Rugby Roma che aveva appena battuto la seconda squadra della Capitolina.
Dopo 10 minuti siamo in vantaggio per 3 mete a 0, gioco alla mano, ricicli, sostegni, io e Niko ci guardiamo negli occhi e ci diciamo senza aprire bocca :”Ma è la Partenope o le Fiji?”
Alla fine il risultato finale ci premia per 32-24 ma il dominio è stato più netto di quanto dica il punteggio.
Nella seconda partita i ragazzi scendono in campo caricati ma con una velata presunzione di superiorità che non promette niente di buono. Dopo 10 minuti siamo in vantaggio solo di una meta avendone clamorosamente fallite altre 2. A quel punto inizia la rimonta dei nostri avversari che, complice anche un nostro calo fisico, chiudono la partita vincendo 15-5.
In complesso è stata un’altra piccola crescita che sta portando i nostri ragazzi a confrontarsi alla pari con realtà tradizionalmente molto forti a livello giovanile in campo nazionale.
Di questo, grandissimo merito va riconosciuto al nostro allenatore Niko Giacco e all’intero staff tecnico che sta facendo un lavoro eccezionale.
FORZA RAGAZZI💙
FORZA PARTENOPE

Umberto Ambron dirigente PRJ

Sabato 2 /12 /2017, un’altra importante data da ricordare per la Partenope u14; Infatti scendono nuovamente in campo, così come era successo a gennaio 2017, due squadre u14 virgola la prima impegnata a roma, la seconda al debutto contro l’amatori Napoli 2 a Bagnoli. Sembrava di vivere una favola meravigliosa quando subito dopo il riscaldamento, in cui ragazzi hanno per la prima volta simulato una mischia, e dopo riconoscimento, i nostri leoni si sono riuniti in cerchio di veterani Matteo e simone, rimasti a Napoli perché infortunati, hanno iniziato a caricare e suggerire ai loro nuovi compagni il comportamento da avere in campo. La meraviglia delle meraviglie si è avuta all’inizio del match quando i nostri ragazzi, pur non avendo mai giocato insieme e considerando che per otto di loro era l’esordio in Under 14, hanno iniziato a giocare senza timore e seguendo le disposizioni da bordocampo dei loro due allenatori Marco e Antonio e i consigli dei due giocatori assistenti allenatori che sono rimasti tutto il tempo a seguire i loro compagni sotto una pioggia battente. I ragazzi hanno tirato fuori una tenacia ed una grinta tale che li ha portati a giocare un buon incontro dove riuscivano a far circolare bene la palla, ad effettuare buoni inserimenti, in poche parole a giocare come se già si conoscessero da qualche mese. Pur vincendo la partita, che hanno sempre dominato, bisogna riconoscere che c’è ancora tanto da lavorare per far crescere i ragazzi ma se questi sono i presupposti hanno un bel futuro davanti e con l’impegno e la dedizione del nostro staff tecnico sicuramente ci regaleranno ancora tante indimenticabili emozioni.
FORZA RAGAZZI
FORZA PARTENOPE.

Fabrizio Fontana, dirigente PRJ