WORLD CUP WOMEN’S IRELAND 2017 – LO SPECIALE DIARIO DI BORDO DELLA “DUBLINER” MARIA CRISTINA TONNA


In occasione della storica partecipazione della nazionale femminile ai mondiali di rugby Ireland 2017, siamo felici e onorati di ospitare sul sito della Partenope Rugby il diario di bordo di Maria Cristina Tonna, dirigente federale coordinatore dello sviluppo del movimento femminile in Italia, che vivrà questa meravigliosa avventura non solo da dirigente sportiva, ma anche come una vera “Dubliner” degna di Charles Dickens, nel cuore della antica capitale irlandese, ricca di fascino e di tradizione. Grazie e buona lettura…

Camera S-Conforto! – Diario di bordo 1.

Domenica 6 Agosto 2017
Abbiamo aspettato questo momento e questo Mondiale per tanto tempo e finalmente siamo
arrivate in Irlanda!
Il raduno in Italia era iniziato Venerdì 4 Agosto, a Milano, con la conferenza stampa di
presentazione della squadra “Mondiale”.
Con i successi sportivi della squadra è cresciuta anche l’attenzione dei media, e ci siamo
dovute pian piano abituare ad avere confidenza con macchine fotografiche e telecamere.
E’ importante per noi poter comunicare attraverso le immagini e la penna dei giornalisti il
nostro percorso sportivo, e trasmettere all’esterno la nostra passione per questo sport
meraviglioso, certe di poter essere di esempio per tante bambine e bambini.
Eh già… ho sempre pensato che il rugby sia un buon e bel modo di “cambiare il mondo”, una
rivoluzione gentile che dona rigore e senso di comunità, integrità ed impegno, quella corsa
pazza con la palla in mano che ti fa sentire tremendamente libero pensatore e allo stesso
tempo legato con un filo forte alle tue compagne di squadra !
Senza filtri altrui proverò a scrivere qualche riga ogni giorno, per portare in Italia in po’ del
nostro Mondiale!
Ieri in aeroporto, come mio solito, mi sono infilata in libreria per scovare il libro del viaggio.
Lo scelgo sempre ad istinto, un po’ mi faccio rapire dalla copertina, un po’ dalle prime parole.
Questa volta sono rimasta affascinata dal fatto che la storia si svolge sullo sfondo
dell’ammaliante mondo dell’Opera, che tanto piace a papà, e che la prima parola che ho letto
nella trama è….NAPOLI…città a cui sono legata per via di mio nonno, partenopeo Doc.
170 pagine in due ore di volo, da Piedigrotta a Dublino!
All’arrivo siamo stati travolti fin da subito dall’atmosfera di benvenuto : pubblicità ovunque
della WRWC 2017, totem con foto, il simbolo del Mondiale che troneggiava nel salone degli
arrivi…che figata pazzesca!
Oggi la mattinata è andata tra varie riunioni organizzative che hanno coinvolto i vari
componenti dello staff, e un po’ di orientamento in questo meraviglioso Centro Universitario
(UCD) di 130 ettari di verde, sedi universitarie ed alloggi per studenti.
A proposito, i nostri alloggi sono veramente accoglienti, di sicuro ci permetteranno di creare il
giusto ambiente : siamo divise in appartamenti, dove in ciascuno abbiamo 6 camere singole
con bagno ed in comune una bella saletta con cucina e zona convivio.
Quella dello “Staff Donne” è diventata CAMERA S-CONFORTO, un mix di sala fisio e
confessionale; qui si passa sotto le sapienti mani di Cecilia e Michele, rispettivamente medico
e fisio, si cambia il materiale da allenamento e ci si ferma a fare due chiacchiere. C’è anche
Antonio che scrive i suoi pezzi, e allora ho deciso che anche io scriverò i fatti del giorno da qui.
Ah stavo per dimenticare, in serata c’è stata la Cerimonia di apertura della WRWC 2017
iniziata con i discorsi istituzionali e terminata con balli irlandesi, in una atmosfera magica.
Ora a nanna, da domani si alza il ritmo!