UNDER 14 AZZURRA AL TORNEO ALONZO DI ROMA


21 maggio 2017
Torneo Alonzo, Roma – Centro CONI Giulio Onesti
Partenope U14
Convocati:
Pagliarulo, Miele, Stanzione (Salerno Rugby), Gomez, Garofano (Torre del Greco Rugby), Catapano, Iodice, Pizzicato, Matera, Albano, Carleo, Sarnella, Russo (Torre del Greco Rugby), Morgione, Brandi, Lanzillo (Torre del Greco Rugby), Mazzucchi.

Tabellino gare:
Capitolina A – Partenope 5 – 0 (1 – 0)
Colleferro/Segni – Partenope 27 – 0 (5 – 0)
Roma V – Partenope 5 – 0 (1 – 0)
Civita Castellana – Partenope 5 – 12 (1 – 2) mete Gomez, Pizzicato. Trasf. Catapano
Roma V – Partenope 5 – 7 (1 – 1) meta Gomez, trasf. Catapano

Risultato finale 13° su 18 squadre.

Resoconto di Mario Iodice, Dirigente accompagnatore.
“È stato un torneo molto interessante, ottimamente organizzato dalla Lazio su dei campi meravigliosi. Altra particolarità è che i ragazzi hanno giocato a 15 in deroga al regolamento FIR. La squadra è stata “assemblata” con qualche difficoltà vista l’assenza di alcuni atleti e vista anche la concomitanza con il Torneo di Perugia che ha necessariamente dirottato alcune forze in Umbria. Abbiamo compensato le assenze con il prestito di tre ragazzi del Torre del Greco e di un’atleta del Salerno.
Ma tant’è, le cose non sono andate poi così male. Pagato lo scotto iniziale della sveglia antelucana e della partenza alle 5, la prima partita ha visto soccombere i nostri con la Capitolina per una meta all’ultimo minuto. La seconda partita è stata particolarmente difficile, contro una squadra decisamente più forte che finirà per aggiudicarsi il torneo abbastanza agevolmente.
Siamo passati al girone di consolazione dove abbiamo incontrato il Roma V, squadra alla nostra portata, che però ci ha sconfitto dopo una partita dominata, con una unica azione di ripartenza all’ultima azione. Debolezza all’ala e terreno di conquista per gli avversari.
Le ultime due partite invertono la rotta, la squadra si ritrova e inizia a macinare un po’ di gioco al largo che frutta le ultime due vittorie. Buon finale che ripaga e riduce la delusione delle due partite perse per un’inezia. Una menzione per Gennaro Gomez che si dimostra partita dopo partita in grande crescita.”