COPPA CAMPANIA U16 – TRA DERBY E FUTURO


AP Partenope V Rugby Napoli Afragola 15 – 14 (2 – 2)

Terminate le esaltanti quanto faticose avventure nel campionato elite, arriva la traballante coppa Campania, una soluzione a nostro avviso non adeguata per mantenere alto l’interesse dei ragazzi in questa fase di defaticamento mentale e fisico. Ne approfitta in ogni caso coach Siciliano per proiettare il gruppo del prossimo anno, dando spazio alla classe 2002, inventando ruoli e posizioni inediti, anche se il derby è pur sempre il derby. Ne esce fuori una partita ovviamente tirata e combattuta giocata fino all’ultimo istante. Ecco il racconto di due dei protagonisti della battaglia.

“14 maggio 2017
Il campionato è ormai finito e oggi c’è una partita con l’Amatori Napoli in cui ci si gioca la prima parte di una semifinale per un torneo Regionale
Noi Partenope siamo penalizzati da numerosi infortuni e dalla stanchezza per una stagione giocata ai vertici della classifica.
Ma un derby è sempre un derby , e nessuno vuol perdere un derby
In fondo vincere con l’Amatori per un Partenope è sempre più bello che vincere contro qualsiasi altra squadra.
La riunione è alle 9:15 del mattino
Siamo tutti li pronti per iniziare
Alle 9:30 entriamo negli spogliatoio e li viene data dopo pochi minuti la formazione che vede molti di noi giocare in ruoli nuovi provati solo in allenamento.
La partita inizia con qualche minuto di ritardo.
Siamo tutti in campo non per giocare. Ma per vincere.
Dopo una sessione di riscaldamento comincia la partita.
E comincia nel peggiore dei modi per noi del campo Albricci.
Subiamo meta
Una meta a poco dall’inizio può segnare una partita e quando poi questa viene trasformata è ancora peggio per non contare che la sciagura si ripete ancora, un’altra meta dei cugini di Bagnoli e ancora una volta trasformata.
Partenope 0 Amatori Napoli 14
Siamo a terra.
Ma il rugby è anche questo.
Reagire.
E la squadra reagisce.
Da li in poi cambia tutto alziamo, la testa e giochiamo.
Ma nel primo tempo nulla da fare per noi, nell’intervallo Mister Tonino fa dei cambi.
Sia per far entrare giocatori freschi in campo per sostituire chi ha dato tutto , sia per provare a inserire ognuno nella posizione che meglio gli si addice
E le scelte tecniche del nostro mister sono impeccabili.
Cambia qualcosa
Dopo non molto ecco che il nostro gioco inizia a primeggiare su quello dell’Amatori.
E poi avviene l’evento determinante.
Luigi Cortese è il primo a marcare per la nostra squadra.
Esposito manca la trasformazione
Ma ad ogni modo grazie a Swordy la partita è riaperta.
Passano i minuti.
Ancora 5 a 14 per i nostri avversari.
Fino a che Castaldi in una insolita posizione da centro marca ancora
E Fabio Disa (che sta ricoprendo il ruolo di capitano) trasforma.
Ci galvanizziamo.
E iniziano le percussioni offensiva che caratterizzeranno tutto il secondo tempo.
La squadra per poco non segna su maul.
Poi vi sono importanti percussioni di Esposito fermato sui 5 m e un’altra di Pugliese (Io) fermato poco dopo i 22 m.
Ancora violenti assalti avvengono da parte nostra con un vero e proprio assedio sui 5 m in cui grossomodo tutti noi partenopei rischiamo di segnare
Ma non va, loro reggono, dannazione non riusciamo finché non guadagniamo una punizione.
Esposito sul pallone si prende tutto il tempo.
Corre.
Calcia.
Segna.
La remuntada è fatta.
Partenope 15 Amatori Napoli 14
Migliore in campo C.Esposito”

Biagio Pugliese, flanker

“Siamo arrivati al campo verso le 9 e 15, molto deconcentrati, ognuno pensando a tutt’altro che alla partita. Questa deconcentrazione si è fatta sentire molto nel primo tempo, dove la linea difensiva era poco aggressiva e anche molto stretta. Finisce con il punteggio di 0-14 ma subito rientriamo in campo, con qualche cambio e quindi un po’ di esperienza in più in campo. Si nota subito la differenza e al contrario del primo tempo, dominiamo. Segniamo due mete trasformandone solo una quindi sul punteggio di 12-14, grazie però ad un calcio di punizione allo scadere, riusciamo a vincere. Sicuramente Tonino e Marcos diranno i nostri errori e lavoreremo sodo, su questi ultimi per non commetterli. Ed ora testa a domenica prossima a Bagnoli, ancora contro l’Amatori.”
Cristian Mattia Esposito, estremo