U16 ELITE – A FRASCATI LA VITTORIA PIU’ BELLA DELL’ANNO.


Frascati RC V AP Partenope 17 – 44

Emozioni fino alla fine per il gruppo U16 di Mr Tonino Siciiano, che conquista a Frascati una vittoria intrisa di volontà, sudore e polvere, sciogliendo in 60′ la tensione di una intera stagione. Questa banda di “cattivi ragazzi” dal sorriso guascone, ha sorpreso tutti, in primis loro stessi, bruciando tappe e squadre ben più evolute. Dopo un inizio di stagione travolgente, salendo a vette mai raggiunte in termini di cazzimma e gioco, oltre che risultati, negli ultimi tempi i ragazzi avevano smarrito la via, sovraccaricati da un peso a loro non abituale. Il torneo di pasqua è stato un tuffo benefico nel rugby che ci ha cresciuto in questi anni, basato sul puro piacere della sfida, del duello tra eserciti di terre lontane, con cui fraternizzare al termine della battaglia con brindisi e canti. L’essenza del gioco. Per questo traguardo che il gruppo di atleti, tecnici, dirigenti e, importantissimi, i genitori, sono stai in grado di raggiungere, 4° posto in classifica e accesso di diritto al campionato elite della prossima stagione, lasciamo raccontare la giornata di ieri a tre soggetti che rappresentano la forza di questo collettivo.

“I Sarracins partenopei brindano con un ottimo Frascati alla permanenza in élite. Vittoria per 44 a 17, ma risultato maturato solo nel secondo tempo , dopo aver inseguito a lungo i padroni di casa, come sempre validi e determinati. Per questa ultima importante partita di campionato , coach Siciliano convoca l’intera rosa, ed il sostegno sarà massiccio e fondamentale. Folto gruppo di genitori al seguito, scatenati sugli spalti e protagonisti di un terzo tempo eccezionale, apprezzato anche dai locali. Si conclude nel migliore dei modi una stagione superlativa , al di sopra di ogni aspettativa. Ringrazio tutti i ragazzi, Tonino Siciliano, Roberto Borsa, Antonio De Maria, i genitori e gli amici supporters, la Società, in persona del Presidente Dario Calapai, per aver costruito in breve tempo un grande gruppo. È stata un’esperienza bellissima, emozionante, ma soprattutto avvincente. Grazie, in particolare , per aver contribuito a gestire tutti gli aspetti della vita di mio figlio, non solo sportivi, garantendogli sempre amicizia e sostegno. Mi sono divertito.
E via, via verso altre incredibili avventure!!!”

Ale Battista, guardialinee ufficiale candidato italiano a “touch judge of the year”.

“Arriviamo al campo, andiamo agi spogliatoi e ci prepariamo. Scendiamo in campo e inizia la guerra. Il Frascati segna la prima meta ma noi ci riprendiamo e ne facciamo subito un’altra. Il primo tempo finisce con 3 mete ciascuno, segno che è stata una partita abbastanza dura. Inizia il secondo tempo determinati di portarci i 5 punti a casa, per conquistare l’elite dell’anno prossimo, perchè noi 2001 dovevamo farlo, per Tonino e per i 2002 che se lo meritavano. E così, con la voglia di vincere, andiamo a vincere 44-17 e portiamo i 5 punti a casa.”
Davide detto “O’ Barone”, tallonatore fuori dagli schemi, made in Scampia.

“Carichi emotivamente, con tanta tensione ed un po’ di paura, non tanto per gli avversari (mai avuta per nessuna squadra, sebbene il Frascati sia squadra di tutto rispetto), ma per quello che potevamo sbagliare noi, cominciamo con il solito freno a mano, subendo una meta nei primi tre minuti, scaturita da un errore della linea che non riesce a leggere l’inferiorità numerica e stringendo il campo. Comincia (pare) una lunga domenica, ed invece seppur continuando con piccoli errori dei singoli, e qualche fallo di troppo, rispondiamo meta su meta, arrivando allo scadere del primo tempo ad accorciare con giusta cattiveria agonistica sul 15 a 17 per i ragazzi laziali. Piccolo set up nel cambio campo, e nel secondo tempo, finalmente, si è rivista quella squadra che tanto ci ha affascinato fino a dicembre scorso, la squadra che ha fame, voglia e palle, che ha praticamente spento gli avversari dominando per tutta la seconda frazione e mettendo il punto, ma soprattutto l’accento esclamativo a questo stupendo campionato, un piccolissimo rammarico solo per aver perso qualche occasione in questo incredibile viaggio, ma fiero e contento per come si è sviluppata la crescita del gruppo. O’MAST.”
Tonino Siciliano detto Platinette.

Ringraziamo gli amici di Frascati per l’accoglienza offerta, con un fantastico terzo, quarto, quinto….tempo. A buon rendere.

E infine un immenso grazie al gruppo delle mamme e dei papà, degli zii e dei nonni che hanno accompagnato con amore e partecipazione le gesta di questo gruppo di ragazzi adolescenti, capaci di dimostrare ai propri genitori di che pasta sono fatti. Non è semplice a questa età gestire una passione così impegnativa, la scuola, gli amori, gli amici…ma con equilibrio e sana follia nulla è impossibile.