SERIE C2 – OBIETTIVO RAGGIUNTO PER LA CADETTA U23


NATO Lions V AP Partenope U23 42 – 14 (6 – 2)

Si conclude la stagione sportiva con questa partita in casa dei “soldati” della NATO, e si legge la soddisfazione negli occhi del D.T. Marcos Reyna appena terminata la sua partita in casa Albricci con la prima squadra, per aver raggiunto uno degli obiettivi di questa annata assai difficile per il movimento seniores. Consapevoli della tempesta di questo momento di transizione e di mutamento della pelle, è stato un segnale di forza del gruppo riuscire a svolgere il campionato per la seconda squadra, creando i presupposti per la crescita dei giovani seniores. Sentiamo i commenti di due ragazzi che, seppur da posizioni di esperienza differenti, hanno dato tanta passione e impegno a questa U23.

“Sulla carta eravamo in seria difficoltà, in 16 e con 2 ragazzi nuovissimi. Ma siamo arrivati alla Nato carichi e pronti per fare la nostra ultima partita di campionato. Il risultato non rispecchia completamente la partita, il primo tempo abbiamo espresso un gran gioco, un’ottima difesa e ci siamo divertiti. Il secondo tempo, invece, abbiamo calato il ritmo e abbiamo subito la fisicità degli avversari. Abbiamo giocato di cuore e sacrificio, salvato piu volte mete sulla linea e sprecato forse troppe occasioni. Chiudiamo il campionato con la consapevolezza di poter dare ancora molto, lavorando insieme. Personalmente ringrazio in primis Marcos che ha sempre creduto in noi e nel progetto, ringrazio Antonio e Roberta Foglia, Niko e Roberto Esposito per averci sempre sostenuti. La Cadetta sta iniziando a crescere!”
Giuseppe Lorido, pilone tutto di un pezzo.

“Possiamo essere soddisfatti della prestazione odierna, abbiamo giocato bene per 55 minuti dominando, purtroppo nel secondo tempo abbiamo avuto un calo fisico che ci ha costretti alla sconfitta.
Abbiamo onorato i valori di questo sport, rispettando l’avversario, e giocando per il piacere di divertirci.
Sono entrato in un gruppo, secondo me stupendo, sempre pronto a sostenerti ed aiutarti, premetto che è la prima volta che pratico questo sport, ma questo gruppo e lo staff della Partenope mi hanno fatto innamorare e stimare questo sport. Uno sport, ricco di valori. Che purtroppo, non ha molto seguito qui in Italia e far crescere la Partenope sarebbe per me un orgoglio, ma ne ho tanta di strada da fare. Con uno staff, un gruppo ed una società così, sarà una bella camminata da fare.”
Armando Mazzocco, nuovo atleta della stagione che ha dato dimostrazione da subito di attaccamento e dedizione, per il solo piacere di godere questo gioco e l’amicizia dei compagni.