TORNEO DI PASQUA U16 – A CONEGLIANO IL TROFEO


Il Conegliano Rugby si aggiudica il IV° torneo internazionale di pasqua under 16 organizzato dalla Partenope Rugby Junior, al termine di un triangolare dai contenuti tecnici molto interessanti. Le tre squadre in campo, USOMC Paris, Conegliano e Partenope hanno infatti giocato un ottimo rugby, fatto di grande intensità fisica ed evidenti skills e abilità di qualità, in un contesto generale di equilibrio. Partite combattute fino all’ultimo istante, segno della voglia di tutti i giocatori in campo di vincere la competizione.
Prevale la squadra veneta di Conegliano, diretta dal “nostro” Stefano Raffin, partenopeo docg, che dimostra di aver lavorato in modo eccellente nel club trevigiano. La sua squadra, con il supporto tecnico di comparuzzo Nanni, ha un mix molto ben equilibrato tra avanti davvero possenti per l’età ma nel contempo veloci e abili con le mani. Molto bella la cavallerie dei tre-quarti, a partire dal capitano mediano di apertura che dimostra come in Italia a questa età ci sono i potenziali sostituti di Diego Dominguez. L’equipe degli amici di Parigi, Union Sportive Olympiade Massif Central, guidata da Stephan e Christof, porta all’Albricci una ventata di scuola francese “classica”. Ragazzi apparentemente esili e leggeri, mettono in pratica con naturalezza gesti che apprendono sin da piccoli nelle scuole. Placcaggi efficaci in avanzamento, continuità nel gioco aperto e grande spirito di combattimento hanno divertito il pubblico e soddisfatto il loro staff tecnico. Infine i nostri “Sarracins”, per l’occasione con la solita tradizione di invitare alcuni ragazzi di club della provincia di Napoli, hanno dato la conferma dello straordinario percorso di crescita avuto in questi pochi anni. Nelle scorse edizioni del torneo, i nostri pagavano dazio dell’ampio gap che separava il loro bagaglio di gioco e di vissuto dagli avversari. Oggi il gap si è ridotto di parecchio e, al di la dei risultati di un test fine a se stesso, si è potuto vedere un gruppo che è maturato in termini fisici, di skills individuali e di sistema di gioco, pur mantenendo un ritardo inevitabile dovuto a chi ha iniziato a giocare grazie al progetto scuola dall’età di 12 anni. Alla fine del torneo, si è potuto anche fare il test di 20 minuti del progetto franchigia “Mare & Terra”, che vedrà i ragazzi PRJ e Conegliano partecipare insieme come squadra al 49° torneo “Aldo Milani” di Rovigo il 29 e 30 aprile.
I risultati sono stati i seguenti:
USOMC Paris V AP Partenope 0 – 5
Conegliano V AP Partenope 7 – 0
Conegliano V USOMC 12 – 0

Ringraziamo i giovani arbitri che hanno ottimamente interpretato lo spirito del torneo, guidando il grande spirito agonistico degli atleti senza alcun problema di indisciplina.

Il grande abbraccio in campo, le danze sudamericane dei desperados Partenope, la premiazione sotto il palco d’onore della tribuna dello storico Albricci, le note di Pino Daniele, la coppa più grande dopo la Champions offerta da Tonino Siciliano Spa, le uova di pasqua messe in palio ai 3 men of the match: il capitano del Conegliano, il n. 8 del USOMC Paris e il nostro mitico Davide Barone…una bellissima dimostrazione di onorare questo sport dopo la battaglia.

Il terzo tempo finale che le mamme Partenope, con la guida amorevole di Rocco, hanno offerto ai ragazzi, agli ospiti veneti e francesi, venuti a Napoli con tanti familiari al seguito per un weekend di turismo e cultura, molto enogastronomica…è stato un capolavoro di cultura dell’accoglienza partenopea e del nostro sud. Organizzazione perfetta, porzioni di lasagne che giravano vorticosamente, fritture miste napoletane bollenti, panini con arista di maiale, per poi accogliere la sorpresa di mozzarella, provola e ricotta salata di Montella che per magia è spuntata sul prato del Marcus Stadium, per l’occasione allestito come sagra del fungo porcino.
Nel frattempo il mastro di festa Rocco si aggirava con la sua botticella di falanghina del Sannio per dissetare tante ugole seccate dal caldo di metà aprile, dando luogo a simpatici siparietti. Il finale si chiude in bellezza con l’apertura del gigantesco uovo di pasqua Partenope realizzato dal maestro cioccolattaio di fiducia del nostro “grande” Antonio Sorrentino, il cui contributo ha arricchito i sapori e le emozioni a tavola di tanti ospiti deliziati. Con un fendente degno di Bruce Lee, capitan Federico Bianco distrugge l’uovo di T-Rex facendo esplodere schegge di cioccolato pesanti come mattonelle dappertutto dando il via allo “stappo” di 4 mortai di prosecco docg superiore magnum offerto dagli amici di Conegliano. Il nettare di altissima qualità è stato così distribuito a mò di fontanella dando quel pizzico finale di allegria da cantina che ha così unito in modo magico le circa 200 persone provenienti da tanti angoli diversi e lontani del nostro continente.
Il ringraziamento alle mamme Partenope per l’ospitalità dei ragazzi di Conegliano, per l’organizzazione messa in campo con il sorriso, l’allegria, la solarità è stato il modo più bello e più gratificante per poter ricambiare quanto le famiglie di Conegliano e di Parigi hanno compiuto per questi nostri bellissimi ragazzi.

Alla prossima V^ edizione…