MINIRUGBY – CONQUISTARSI LA FIDUCIA E’ LA META PIU’ BELLA


L’organizzazione di un club di rugby è cosa assai difficile, ma il settore minirugby, nel quale si accolgono decine di bambini e loro familiari, è davvero un’area delicata e complessa da dover gestire. I bambini, per loro naturale indole, sognano vittorie, mete e nazionale. I genitori a volte portano con se, in questa nuova esperienza, diffidenza e distanza. Ci sta tutto, per questo ci fa piacere riportare i messaggi di alcune mamme di bambini arrivati da poco nella famiglia PRJ, che a seguito del bel sabato trascorso ieri sul campo Albricci, gratificano e testimoniano la meta segnata della nostre mamme dirigenti e dagli allenatori che svolgono una essenziale attività di educatori.

“Ieri allo stadio Albricci ho fatto la mia seconda meta ed è stato emozionante. Gioco da poco al rugby ma già mi piace moltissimo!”
Gabriele Ciarletta, under 10.

“Anche se non ho giocato con una squadra avversaria, mi sono divertito lo stesso con i miei compagni dell’Albricci e e del Vomero , poi ero curioso e contento perché ha giocato anche mio fratello per la prima volta.”
Manuel Sarnella, under 10.

“Due righe le scrivo io per te, Valentina. Anche se la nostra non è una conoscenza di lunga data , sono ammirata dalla tua disponibilità e dalla tua gentilezza per me e i miei figli. Non conoscevo il mondo del rugby , ma adesso che sto iniziando a conoscerlo mi appare ben evidente uno spirito di unione e competizione pulita…
È difficile trovare responsabili e dirigenti così attenti alle emozioni di bambini e ragazzi pre-adolescenti . Ti auguro di essere sempre così perché hai fatto meta contro il più forte degli avversari : la diffidenza di un genitore che vuole vedere felice il proprio figlio ……Ah dimenticavo, Mario, Fabrizio e anche i genitori mi hanno fatto sentire parte di un gruppo straordinario….
GRAZIE…….”

Mamma di Manuel under 10

“Buongiorno Titty e buona domenica, non sono un’atleta, ma la mamma di uno di loro che, anche se non uno dei più bravi, comunque si sente di essere nella squadra ed è felice di farne parte. Io da mamma volevo ringraziare tutti voi per quello che fate, facendoci sentire parte di un’unica famiglia. Un ringraziamento speciale ad Antonio , che è sempre molto attento alle esigenze di tutti i ragazzi a Roberta a te , a tutti gli altri Luigi Davide Nico Andrea e scusate se non ho nominato tutti grazie.”
Anna, mamma di Emmanuel Pede, Under 12

“Buongiorno sono la mamma di Emmanuele. Io ieri non c’ero ma voglio dirvi che sono felice che mio figlio ha iniziato questa nuova avventura e che lo avete accolto con amore. Ci conosceremo presto da vicino, buona domenica e anche se non lo conosco auguri a Valerio!”
Mamma di Emmanuele Ragosta, under 12.

3