SERIE B. VITTORIA!


AP PARTENOPE VS COLLEFERRO 32 – 25 (mete 4 – 3)

Era nell’aria, il profumo della vittoria si aggirava sul campo fangoso dello stadio Albricci già nella tarda mattinata. Un inaspettato generoso sole ha riscaldato il gruppo di giocatori di Hein sciogliendo timori e blocchi che fino a oggi avevano negato la vittoria. Onore alla squadra di Colleferro che ha dato battaglia fino all’ultimo istante guadagnandosi un preziosissimo punto di bonus difensivo, ma oggi la squadra capitanata da Peppe Termini è scesa solo per un risultato. Il pacchetto degli avanti ha dominato in mischia chiusa e fornito ottime e numerose piattaforme di lancio per una mediana finalmente dinamica e reattiva con Cristian Gisonni e Max Gherardi. Oggi gli avanti hanno marcato una meta da carrettino finalizzata dal ringiovanito Peppe Scafaro e una meta di punizione che ha concesso il bonus offensivo. Da sottolineare ben quattro ragazzi under 18 convocati tra i 22 con Scaletta partito da titolare all’ala. Il buon “sempreverde” Marcos Reyna sfodera diversi numeri sia in difesa con placcaggi multipli modello sayan, e in attacco con il delizioso passaggio a Max Gherardi per la prima meta segnata dopo una corsa lungo la touche di 50 metri, oltre alla terza meta marcata dopo un movimento perfetto dell’apertura Massimino che finta con l’elettrico 1° centro Galvagno.
A fine partita champagne e pasta con il sugo di cotiche di Rocco a deliziare cuori e palati di tutti.

Ecco i commenti del tecnico Hein che finalmente torna a sorridere, un ragazzone che ha messo tutto se stesso in questo difficile impegno.

“Sono contenti per i ragazzi. Hanno giocato bene e hanno meritato di vincere. E’ stato un inizio anno difficile, e questo è un ottimo inizio per il 2017, dobbiamo solo continuare a costruire.
Molti giocatori oggi hanno superato se stessi e dato tutto per vincere questa partita. E’ difficile dire chi ha fatto cosa perchè ci sono state tante cose buone che ho potuto vedere, anche se c’è tanto lavoro da fare.
Dobbiamo ancora lavora sulla nostra disciplina, non possiamo giocare con 13 giocatori contro squadre più forti.
E’ una bella indicazione che i ragazzi si sono dati, che sono in grado finalmente di vincere.”

Infine, le parole di chi oggi in mischia ha detto la sua e ha lasciato il segno…
“Finalmente la prima vittoria. Partita che ha visto alternarsi un’ottima difesa e del buon gioco offensivo ad alcuni errori disciplinari e tecnici, oltre che a una touche approssimata, dandoci indicazioni sui nostri punti deboli.
Volevo fare i complimenti a tutta la mischia che ha saputo soffrire con un uomo in meno senza però mai perdere lucidità, conquistando anche una meta di punizione.
La strada è ancora lunga, questa vittoria serviva molto alla squadra e di questo dobbiamo farne solo buon uso perchè è solo l’inizio!”

Ciro Barano, pilone destro.