MINIRUGBY. IL SUCCESSO DEL 1° TORNEO DI POMPEI


Una splendida riuscita questo primo torneo del Pompei organizzato al campo di Boscotrecase, partecipanti, oltre ai padroni di casa di Pompei e Torre del Greco, gli amici del Perugia Rugby, Amatori Napoli e Partenope.
Ecco i racconti di alcuni dei nostri bambini:

“Bellissima giornata di sport, stupenda organizzazione e calorosa accoglienza da parte dei padroni di casa. Davvero un bellissimo momento di aggregazione, viva il rugby.”
Riccardo Sasso, under 10

“Sono contentissimo ho fatto 5 mete mi piace tanto giocare con i miei amici”
Jimmy Cozzi, Umder 8

“Ci siamo divertiti ed è stato bello incontrare squadre nuove. Abbiamo fatto amicizia con bambini di altre città. Mi è piaciuta la premiazione e il campo era abbastanza morbido e senza pietre. Abbiamo giocato con squadre più forti di noi e ci siamo lo stesso divertiti.”
Andrea Visconti, Under 10

“Mi chiamo Alessandro Carotenuto ho 11 anni e pratico questo rugby da tre anni. Ieri 3 dicembre ho vissuto un’altra esperienza bellissima perché con la mia squadra abbiamo partecipato ad un torneo organizzato dal Pompei rugby. Ci siamo ritrovati tutti alle 14.00 a Boscotrecase e dopo aver scherzato un po’ con i miei amici siamo entrati campo per fare riscaldamento con Mister Antonio e Andrea i miei allenatori. La prima partita l’abbiamo giocata contro il Pompei, squadra che ultimamente incontriamo spesso. Quando sono entrato in campo mi sono concentrato molto ma soprattutto ho cercato di seguire le indicazioni del mister. Purtroppo non abbiamo vinto anche se secondo me il risultato non è stato giusto. Dopo i suggerimenti del mister abbiamo affrontato, vincendo, le squadre del Torre del Greco e dell’Amatori Napoli. Le parole e le incitazioni di Antonio sono state utili per vincere queste due partite. L ‘ultima partita è stata contro il Perugia, abbiamo perso tanto ma comunque io e i miei compagni abbiamo dato il massimo sul campo anche se gli avversari erano molto più forti di noi. A fine gara Antonio ci ha detto che e negli ultimi 5 minuti non li abbiamo fatti giocare chiudendoli nella propria aria di meta e soltanto per poco non abbiamo fatto meta noi. Da questa partita ho imparato che quando dai il massimo in campo la sconfitta è meno pesante. Il mister a fine torneo si è complimentato con noi spronandoci a fare sempre meglio.
Questo sport e’ bello e ne sono appassionato, sono orgoglioso di far parte di questa squadra perché ho dei compagni con cui vado d’accordo, mi sento cresciuto più sicuro di me e con la volontà di migliorare ancora ascoltando tutti i consigli ed anche le “sgridate” del nostro mister.
Tra qualche giorno andremo ad un torneo molto importante che si svolgerà a Roma, farò di tutto per dare il massimo di me stesso al di là del risultato, perché l’importante è essere se stessi e fieri di quello che si fa.
Questo è quello che il rugby mi sta insegnando.
Forza Partenope e viva il Rugby.”

Alessandro Carotenuto, Under 12
15317904_1277290895665957_5562573209966741530_n

15338875_1277290852332628_5671620413073410904_n

img_7984