DALLA CATTEDRA AL… CAMPO DI RUGBY


E’ ancora alto l’entusiasmo di chi ha partecipato lo scorso fine settimana alla grande festa del rugby di Ancona, con oltre 2.000 studenti di scuole provenienti da tutta l’Italia centro meridionale. Così ci godiamo il semplice emozionante racconto di questa bellissima esperienza, scritto da Maria Marciano, una Docente (con la D maiuscola), la Professoressa che da 4 anni sta sostenendo con vulcanico impegno la partecipazione della scuola media IC Sogliano-Miraglia al progetto di rugby educativo portato avanti dalla PRJ:

“Anche quest’anno non potevamo mancare all’appuntamento della festa del rugby delle scuole, organizzata dalla Federazione Italiana Rugby. Sono ormai quattro anni, cioè da quando è iniziato il “progetto rugby” in collaborazione con la Partenope Rugby Junior, che a maggio i nostri alunni delle prime classi, dopo un anno di allenamenti, accompagnati dall’angelo custode il mitico coach Antonio Foglia e dalla sottoscritta responsabile del progetto, partecipano a questa manifestazione nazionale.
Per molti di loro è la prima “uscita” senza genitori e vederli alle prese con borsoni, tute, ricambi è di una tenerezza disarmante. Sono ancora ” piccoli”!!! Però, grande è la loro curiosità, il loro desiderio di giocare, la voglia di condividere.
Al nostro arrivo ad Ancona (luogo della manifestazione di quest’anno), ci ha accolto una pioggerella fitta fitta che non ci ha dato tregua. Ma dopo tre ore di partite amichevoli con scuole di altre regioni, i nostri ragazzi non volevano ancora smettere… In verità non faceva freddo e lo stupendo manto erboso dei campi si prestava magnificamente a placcaggi e mete.
Dopo la cerimonia di apertura siamo andati in albergo ….. doccia, cena, un po’ di baldoria nelle camere e poi tutti a nanna.
La mattina seguente sveglia alle 6.30, colazione e via sui campi. La nostra scuola si è particolarmente distinta poiché ha vinto le due partite “ufficiali” e una serie di amichevoli contro altre scuole di varie regioni. A sostenere i ragazzi c’erano da casa tutte le proff della Sogliano costantemente informate con foto e msg tramite whatsapp.
Ad un certo punto è arrivata la notizia che sui campi c’era il campione Mauro Bergamasco. Lo vediamo, si trattiene con tutti a parlare e a fare foto. I ragazzi sono elettrizzati, alcuni non sanno chi sia ma in un attimo capiscono l’importanza del personaggio per il rugby e per lo sport italiano. Aspettano diligentemente che si avvicini al nostro gruppo …..tanto stanno giocando e di certo non si annoiano. Finalmente arriva il nostro turno e allora foto, selfie, autografi senza mai spazientirsi. Mentre aspetto i ragazzi che fanno la doccia me lo ritrovo davanti che continua a dispensare foto, selfie ed autografi ….. Non posso trattenermi dal dirgli che è encomiabile la pazienza avuta per tutta la giornata. Risposta da grande campione ” Si fa la stessa fatica a farlo con il sorriso”. Altra grande lezione di questo nobile sport.
Dopo la doccia, grandi tavolate per il pranzo gomito a gomito con ragazzi di varie regioni e alla fine tutti in pullman, direzione casa, stanchi ma felicissimi.
Al prossimo anno……..”
Maria Marciano