TORNEO INTERNAZIONALE U16 DI PASQUA ALLO STADIO ALBRICCI


Sta per arrivare il 3° torneo di rugby internazionale under 16 allo stadio Albricci. In occasione del sabato santo, la Partenope Rugby Junior ripete il positivo evento iniziato nel 2014, facendolo diventare l’appuntamento fisso ovale della vigilia di Pasqua. Nell’edizione in programma di sabato 26 marzo, alle ore 12.00, saremo felici di accogliere per il terzo anno consecutivo i fratelli dell’USOMC Club de Paris e, per la prima volta, gli amici del CUS Verona Rugby. Il club parigino, guidato dall’oramai cittadino partenopeo onorario Olivier Boulch, conferma l’incantesimo subito da Napoli. I ragazzi dell’USOMC, il club parigino che aggrega gli originari della regione di Clermont-Ferrand, hanno scelto di trascorrere nuovamente un fine settimana all’insegna del rugby, dell’amicizia e della continua scoperta delle bellezze e dei sapori offerti dalla nostra irresistibile città. Il CUS Verona, invece, è una piacevole novità, una partecipazione da tempo cercata dalle dirigenze delle due Società che vantano lunga e profonda amicizia. Ricordiamo che nel 2012 il CUS Verona ospitò la spedizione PRJ under 12 e under 14 che andava a disputare nei campi di Parona il suo primo torneo nazionale di sempre. Sarà una giornata che vorrà offrire ai giovani atleti e ai loro accompagnatori un’esperienza ad alta intensità emotiva, diversa dalla “ordinarietà” del campionato regolare. Sarà un’occasione dove si coniugano il confronto agonistico di scuole diverse e di alta tradizione, con il desiderio di unire progetti educativi comuni. I francesi sono un club a vocazione giovanile, partner dello Stade Francaise di Sergio Parisse. Il CUS Verona è il club che in Veneto negli ultimi 10 anni ha creato una struttura juniores di altissimo livello, consentendo alla prima squadra di raggiungere la serie A e addirittura i play-off per il campionato di Eccellenza, merito del direttore tecnico Loris Renica. La Partenope Rugby Junior, in soli due anni da quando è tornata allo storico Albricci, grazie al lavoro metodico nelle scuole e al progetto di Marcos Reyna e del suo giovane staff, ha portato un gruppo di giovani poco esperto ma numeroso e assai unito, nel girone elite. Insieme al centro di formazione under 16 di Napoli, i giovani partenopei potranno dunque vivere un confronto sul campo diverso dal solito e di grande valore. Dopo il timore che gli attentati di Parigi mettessero a rischio la venuta dell’USMOC a Napoli, e in risposta alle demenziali derive razziste che subiamo sugli spalti del calcio italiano, questo appuntamento è un tentativo di dare ai giovani e alle loro famiglie un messaggio diverso. NO WAR – NO RACISM – LOTS OF RUGBY!
Vi aspettiamo alle 12 per una grande festa di rugby!