Vincitori e Vinti


Il campionato di serie B è’ arrivato al giro di boa. È’ tempo di bilanci per pianificare ed affrontare la seconda metà della stagione: quella che deciderà dove sarà il rugby napoletano la prossima stagione sportiva.

La gara che ha ultimato il girone di qualificazione ha visto i nostri guaglioni soccombere al campo San Cristoforo di Reggio Calabria sconfitti e vinti dai più motivati padroni di casa che sul campo amico sfoggiano sempre prestazioni cariche di orgoglio e determinazione.

Onore ai vincitori che si affacceranno alla poule retrocessione avendo raggiunto l’insperato,ad inizio stagione,”zero” in classifica.

Menzione d’onore ad Angela e Giuseppe felice coppia “reggina” di quel di Catona che non esita ad accompagnare in farmacia, con la propria auto,il nostro mediano e vice capitano “ingegnere” per una provvidenziale erba medicinale….bellezza del nostro sport!

Onore anche ai vinti che ancora una volta hanno dimostrato che in mezzo alle difficoltá(rosa decimata da un’epidemia influenzale), non ci si tira indietro e si gioca al meglio delle proprie possibilità:combattenti.

Al termine del girone i risultati del campo dicono Partenope quarta: niente poule promozione nemmeno quest’anno. Ma la scorsa stagione il risultato diceva sesta,ultima: Passo in avanti.

Altra classifica quella del fair play:finiamo con 7 cartellini gialli dei quali uno a seguito di uno “scambio di opinioni tra i giocatori” in campo. Nessun cartellino rosso. Nessuna squalifica a carico di alcun tesserato, nessuna interdizione o deplorazione. Nessuna squadra farà meglio di noi. Ahimè in questa speciale siamo ultimi….onore ai vinti!

Onore ai vinti, che del rispetto massimo per le regole e dello spirito del rugby ne hanno fatto una ragione di sport e di vita e che sia nello sport che nella vita rispettano sempre gli avversari come gli arbitri. Questo onore non si vende e non si compra e non sempre è anche dei vincitori!!!!

Quindi siamo i più corretti e per un soffio fuori dai giochi per essere promossi:niente male.

E questa vittoria lasciatecela godere almeno per un rigo in più!

Abbiamo un gruppo giovane che per una buona metà rappresenterà il futuro di una rosa seniores per il prossimo decennio. E abbiamo il dovere di continuare a lavorare per loro e per quelli che verranno.

Dublino, Valerio, Iglesias

Questo dice il campo:sconfitti e vinti. E non cercheremo alibi o altre vie perché nessuno potrà mai sconfessare una delle regole che da piccoli abbiamo imparato: il campo non mente, mai.

Siamo sconfitti e vinti. Per i nostri limiti continueremo a lavorare. Stiamo migliorando e continueremo a farlo. Seguendo la nostra strada e mai tradendo i nostri principii.

Non cercheremo altre strade e guardiamo solo ai nostri difetti.

Onore ai Vinti.