SERIE C 2 – RUGBY E SENTIMENTO CON I DUE PRINCIPATI


AS DUE PRINCIPATI vs AP PARTENOPE CADETTA: 37 a 17

Partenope, una parola che racchiude emozioni, almeno per chi ha il piacere di vivere da dentro i colori biancazzurri. Ancor più forti quando la ritrovi da avversario, e puoi rivedere amici e atleti con i quali hai diviso momenti di crescita, di vittorie, di gioco e centinaia di allenamenti. Domenica e’ stata ospite ad Avellino dei Due Principati, la franchigia che ho il piacere di guidare quest’anno, per una giornata, per tutti,di grandi emozioni. E così posso reincontrare Roberto, Nico, Peppe, il mio capitano Marco,Davide, Carmine, Luigi, tutti ragazzi con i quali siamo cresciuti insieme, per finire con Eugenio, simbolo della prima squadra, Leandro, e tutti i ragazzi visti crescere nelle giovanili.
Un allenatore quando entra in campo vuole vincere con la propria squadra e quest’ anno la mia franchigia da zero é diventata la squadra da battere del campionato.
Oggi ho di fronte i miei ultimi 5 anni di lavoro con i panni dei miei avversari e dall’altro lato i miei giocatori capitanati da Paolo che oggi non cambierei per nessun’ altra formazione.
Prima dell’ incontro come nell’ arco della stagione ho raccontato loro del mio cuore partenopeo, e loro sanno che oggi sarà per me una giornata particolare.
La partita è subito combattuta, una meta per parte in cinque minuti, e il continuo rincorrersi delle due squadre a suon di mete e di ritmi di gioco di livello superiore, mi rendono difficile seguire la partita da tecnico.
Alla fine ricorderò poco delle azioni ma più delle emozioni e delle immagini di tutti i ragazzi ,questa volta sì sempre “miei”, della più bella partita vista quest’anno.
La Partita perfetta dei Principi.
Solo così potevano avere la meglio su avversari così preparati ed agguerriti.
Il risultato alla fine non è importante, abbiamo vinto tutti, perché si è giocato vero rugby, perché la correttezza in campo è stata esemplare, perché queste due squadre hanno dimostrato di essere parte significativa del futuro del nostro rugby.
Ringrazio i miei ragazzi di oggi, negli occhi dei quali ho visto l’ orgoglio di aver giocato proprio oggi una grande partita, ed i miei ragazzi napoletani, che hanno onorato nel modo migliore una giornata di festa.
E domenica prossima ci rivedremo in campo con le formazioni U18….

Edgardo Palazzi, dirigente e tecnico seniores.