Serie C-2 – La cadetta U23 gioca la sua prima partita!


Il risultato non conta, lo riporteremo alla fine di questo breve racconto, denso di emozione. Ciò che conta è che contro tutte le previsioni e le più pessimistiche cassandre, la Partenope sabato sera in casa Albricci ha schierato 22 giocatori nella prima di campionato di serie C-2, con la neonata squadra cadetta U23.
Fabrizio Ames ha messo alla luce questo gruppo di ragazzi, raccogliendo la proposta dIMG-20151026-WA0003el visionario Marcos, il sostenitore da tempi lontani dell’apertura di questa bocca di vulcano, a fianco del cratere principale, dal quale far eruttare ragazzi U18 e U23, insieme a tanti altri giocatori che tornano e restano attaccati alla maglia e al gruppo. Ecco adesso le sensazioni del tecnico Ames:

Le nostre aspettative inizialmente avvolte nel dubbio, sono state smentite dalla voglia di provare a comportarsi da gruppo vero, nonostante la sconfitta 5-17 (1 meta a 3), con un San Giorgio del Sannio che atleticamente era più in forma di noi e che ha saputo, giustamente, approfittare dei nostri errori dettati dalla timidezza e dalla scarsa confidenza tra i nuovi compagni. La squadra era composta da principianti, esordienti U18 e alcuni ragazzi più esperti, rientrati dopo tanto tempo di lontananza dal campo.
Prima della gara, abbiamo provato solo una volta la squadra, anche lì con qualche assenza, perché ognuno per impegni personali si dedica e dà quello che può, ma é questa l’unica cosa che abbiamo chiesto ai ragazzi prima di entrare in campo. Il risultato non ci interessava, volevamo provare e far fare esperienza a questo nuovo gruppo dalle belle potenzialità, c’è molto da lavorare e imparare tanto. Questo é anche l’aspetto più interessante della sfida, che Marcos ha voluto intraprendere con coraggio e un po’ di follia, e che ho voluto seguire.
Consapevoli dei nostri limiti, tra non molto tempo potremo toglierci anche delle belle soddisfazioni, cercando nella semplicità del gioco la nostra forza.