U16 – IL TECNICO MAX RACCONTA L’IMPRESA “IN DIRETTA”


Ancora in viaggio, di ritorno dal magico campo degli acquedotti, il nostro allenatore Max Gheardi ci racconta dal pulman l’incredibile cronaca di una partita che per questi ragazzi ancora non è finita…

“Ed eccoci qui. Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno in cui decideremo del nostro futuro.
Ore 6, come al solito partenza dalla nostra casa, il campo Albricci. Questa volta la destinazione è Appia.
Sembrava ieri quando il nostro head coach Marcos Reyna mise in piedi, insieme al nostro futuro presidente Calapai, il progetto della Partenope rugby Junior. E dopo tre anni, siamo qui a giocarci l’accesso al girone più ambito di Italia.
Arrivo sul campo, spogliatoio e subito riscaldamento. L’aria è tesa ed i ragazzi sembrano sentire la tensione della gara. Ma bastano le urla del coach Siciliano per trasformare queste pressioni in valide motivazioni.
Calcio d’inizio e dopo qualche minuto meta dell’Appia. Ma i giovani partenopei sembrano non accusare il colpo e con due mete ribaltano subito il risultato. A fine primo tempo il tabellino segna Partenope 14 Appia 5.
La maggior parte del secondo tempo viene giocata in 14 dai napoletani, ma un’attenta difesa, la voglia di non mollare e di non cedere nemmeno un metro all’avversario fa si che il triplice fischio sancisca l’ingresso nel girone elite della Partenope Rugby. E subito è scattata la festa. Urla, abbracci, salti e cori hanno accompagnato il ‘lungo’ ritorno.

È stata un’emozione indescrivibile, che solo chi era presente ha potuto vivere in pieno. Emozioni, che sono tutte racchiuse nelle lacrime del coach Reyna a fine partita!!!
Massimiliano Gherardi”