Il Partenope Rugby Day conquista via Scarlatti


Un terremoto azzurro ha fatto sussultare il salotto buono della città, nel cuore del Vomero, che ha letteralmente sconquassato il tran tran commerciale dei negozi e dei bar della zona. La struttura è stata allestita con precisione teutonica dalle prime ore del mattino da uno speciale team guidato dal feldmaresciallo Boggia, con il vulcanico Luigi “Manone”, dirigente U18 e alcuni inossidabili Old come Fulvio Rocco e Franco, capaci di sorprendere la squadra di vigili urbani che già alle 912027735_963203623741354_2902752870561645509_n si è trovata di fronte tutto perfettamente allestito. Con il trascorrere dei minuti, con l’arrivo delle “padrone di case” dirigenti Natalia, Valentina, Roberta, Lia, Cristiana si è messa inmoto la macchina delle pubbliche relazioni, una sottile guerra psicologica in cui le mamme PRJ, oramai indurite da anni di figli fasciati e medicati, cercano di convincere le tante giovani mamme attratte dal circo in cui erano entrati i propri figli e nello stesso tempo intimorite dai presunti timori che a rugby ci si ciacca. In un crescendo di bambini e palloni che roteavano come la centrifuga di una lavatrice programmata a 2000, il tutto è filato liscio con magica semplice armonia, nella quale si sono distinti i più appassionati dei nostri giovanissimi e giovani atleti, bambini e ragazzi e ragazze, insieme ad alcuni atleti della 1 squadra e con il sostegno fondamentale dei “vecchi” Old. Il successo riscontrato è la conferma che la qualità umana delle persone oggi “in campo” è il segreto di questo gruppo di atleti e di staff tecnico e dirigenti. Ringraziamo gli sponsor tecnici Zeus e Body Performance studio (Al Quale dobbiamo lo splendido video)  per aver sostenuto l’evento, auspicando di realizzare un’altra manifestazione come questa prossimamente nel quartiere Arenaccia

 

foto