U16 – TORNATI DA SANGINETO – IL RACCONTO DEL TECNICO


Rientrati ieri sera dal ritiro in quel di Sangineto, eccovi il racconto a caldo, anzi bollente, del tecnico Max Gherardi.
“3 Settembre 2015 ore 7:30. è la prima volta che la Partenope rugby organizza un ritiro per una squadra juniores.
I volti dei genitori prima, e dei ragazzi dopo, permettono di comprendere appieno la felicità del momento.
i ragazzi sono entusiasti (e non sono loro, gli allenatori sembrano alla loro prima trasferta rugbystica).
Saluti di rito, valige sui pulmini. Pronti, via, si parte!!
Luogo del ritiro è Sangineto, in uno splendido resort posto sul mare, nella costa alto-tirrenica della Calabria, in provincia di Cosenza.
Dopo una prima giornata servita ai ragazzi per ambientarsi e per far rilassare le gambe dal lungo viaggio, ecco che iniziano gli allenamenti.
Parte atletica: i giovani partenopei lavorano duro, sudano, non si lamentano e corrono, corrono, corrono!!
Segue il lavoro di reparto, dove gli avanti vengono messi a dura prova dal coach Siciliano mentre i “talentuosi” tre/quarti lavorano sulla tecnica individuale mostrando i miglioramenti che il lavoro svolto in questi 2 anni ha fatto fruttare.
Doccia, pranzo e riposo dalle fatiche (o almeno noi allenatori così credevamo). i ragazzi, invece, hanno ben pensato di continuare a correre per tutto il resort, a giocare, scherzare e non fermarsi mai, fomentando l’ira del loro allenatore Tonino per il mancato riposo pomeridiano.
Ore 16 partenza per il campo per il terzo allenamento di giornata.
Cosa è successo nelle ore in cui non c’era allenamento? Beh questo non possiamo raccontarlo del tutto, resta tutto nel cuore e nella mente di questi giovani ragazzi che hanno condiviso un’esperienza che non solo li ha fatti crescere individualmente, ma soprattutto ha portato una crescita di GRUPPO!
Possiamo però qui riportare alcuni aneddoti: il piccolo Masaniello vede raffigurata la Gioconda sulla bustina dello zucchero esclamando: “Ma c’re, c sta a Maronn e l’arc ngopp o zucchero?”IMG_3697
Durante il viaggio di ritorno, uno dei ragazzi pone una domanda allo staff tecnico: “ma veramente credete in noi? Veramente credete che possiamo entrare in elitè?”
La risposta è una sola: ” Noi ci crediamo. Crediamo in questo gruppo e siamo sicuri che, continuando con questo spirito, ci darete delle soddisfazioni enormi!!!” – Massimiliano Gherardi.
Ringraziamo la caparbietà e la testa dura del direttore tecnico Marcos Reyna che, insieme all’allenatore Tonino Siciliano, hanno creduto in questo progetto da diversi mesi.
Ringraziamo Max Gherardi che è oramai un riferimento tecnico insostituibile dei giovani atleti. Campo, palestra e spogliatoio, Max è sempre presente.
Ringraziamo il buon dirigente debuttante in U16 Roberto Borsa che ha già dato conferma del grande lavoro organizzativo di cui è capace e della capacità di fare Club.
Ringraziamo il Villaggio Villa Sangineto per la squisita accoglienza, la enorme pazienza e disponibilità mostrata, da parte di Luca Salierno.
Ringraziamo il sindaco di Bonifati e l’associazione sportiva di Rosina (fratello del calciatore del Torino FC), per aver messo a disposizione gratuitamente l’impianto sportivo di Bonifati, con campo in erba e panorama fantastico.
Ringraziamo Franco Salierno e gli amici di Cosenza, per aver organizzato una selezione U16 con i Mastini Cosenza e la Scuola Rugby Cosenza.
This is Rugby.